Pensioni ultime notizie: cos’ha detto Draghi su Quota 100?

Pubblicato il 22 Febbraio 2021 alle 07:30 Autore: Daniele Sforza
Mario Draghi

Pensioni ultime notizie: cos’ha detto Draghi su Quota 100?

Pensioni ultime notizie: il nuovo premier Mario Draghi ha affrontato diversi argomenti nel suo discorso alle Camere e già si delineano gli scenari di quella che sarà l’impronta del governo sul Paese in materia di scuola, gestione della pandemia, fisco, incentivi. Ma sulle pensioni, e più precisamente su Quota 100 e sul post-Quota 100, ovvero su quello che accadrà dopo, il nuovo primo ministro italiano come si è pronunciato?

Stop Quota 100 definitivo

La risposta è molto semplice: Draghi non ha assolutamente detto nulla sulle pensioni quando ha chiesto la fiducia alla Camera e il Senato. Forse perché è un tema troppo divisivo tra quelli che si sono stretti le mani pur di partecipare al nuovo esecutivo, o forse perché in effetti il pensiero di Draghi sulla previdenza è noto a tutti. Meglio, tutti già sanno come si dovrà muovere e cosa bisognerà fare: prima di tutto accantonare in via definitiva una possibile proroga, anche mini, della misura che consente il pensionamento anticipato una volta raggiunti 62 anni di età e 38 anni di contributi.

Pensioni ultime notizie: come sarà la riforma della previdenza di Draghi

Quel che è certo, insomma, è lo stop a Quota 100 il 31 dicembre 2021 e l’impossibilità di vedere all’orizzonte qualche mini proroga. Possibile invece agire per gradi e puntare, ad esempio, sulla flessibilità differenziata, che prenda in considerazione la specifica categoria di lavoratori e il grado di rischio. Dopotutto la pandemia e la sua gestione sono stati temi centrali del discorso di Draghi e in merito a ciò il nuovo premier ha anche parlato di come la pandemia abbia influito sull’aspettativa di vita, riducendola. Sotto questo aspetto potrebbe essere una strada da percorrere accorpare la riforma delle pensioni a un intervento complessivo sul welfare, ragionando anche sul futuro (la pensione di garanzia per i lavoratori “immersi” nel metodo contributivo) e sulle vie parallele (la previdenza complementare).

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →