Emg, Idv in via d’estinzione. Bene l’alleanza Pd-Sel

Pubblicato il 19 Novembre 2012 alle 21:31 Autore: Giuseppe Martelli
sondaggi emg

Ad un settimana dalle elezioni primarie e pochi giorni dopo l’annuncio di un possibile voto anticipato, verifichiamo i dati del consueto sondaggio di Emg pubblicato dal Tg La7

LISTE%
SEL5,9
PSI1,2
PD29,8
API0,6
UDC5,7
FLI2,6
PLI0,6
MPA0,7
GRANDE SUD0,7
PDL16,7
LEGA NORD6,5
LA DESTRA2,3
M5S17,1
IDV2,8
FDS2,6
VERDI1,4
RADICALI0,9
SVP0,4
ALTRI0,9
AREA NON VOTO43,5

[ad]In realtà non sembrano esserci novità rilevanti rispetto all’ultima settimana. L’effetto primarie sembra aver raggiunto il punto di massima espansione e il Pd si attesta sul 30%. Sempre nel centro-sinistra si avvicina al 6% il partito di Vendola mentre molto critica appare al situazione dell’Idv. Il partito dell’ex Pm sembra in balia degli eventi e sopratutto si allontana dalla soglia del 4% che escluderebbe partito di Di Pietro dall’assegnazione di seggi. L’unico passo possibile appare una ricomposizione con il Pd ma da una evidente posizione di svantaggio in un’ipotetica trattativa con i democratici.

Per il resto non risultano sostanziali novità nell’ambito del centro-destra e nel centro. Sempre in crisi il Pdl mentre cresce leggermente la Lega Nord ma probabilmente non a vantaggio del Pdl che perde i propri elettori nell’area del non voto.

sondaggi emg

 

Stabile Grillo con il suo Movimento che ottiene un nuovo piccolo risultato in Valle D’Aosta con la vittoria contro il piro-rigassificatore via referendum.

Sempre inconsistente risulta l’area del Centro che ha come unica via d’uscita, dall’attuale stato d’impasse, un possibile Monti- Bis che riporta all’annosa questione della riforma delle legge elettorale.