Prenotazione vaccino Covid Lombardia: cosa cambia con il sistema di Poste Italiane

Pubblicato il 31 Marzo 2021 alle 10:15 Autore: Guglielmo Sano
Prenotazione vaccino Covid Lombardia: cosa cambia con il sistema di Poste Italiane

Prenotazione vaccino Covid Lombardia: cosa cambia con il sistema di Poste Italiane

Prenotazione vaccino Covid: in circa due settimane la Lombardia cambierà radicalmente il proprio sistema. La regione ha scelto di fare fuori Aria, la compagnia che finora ha gestito gli afflussi della campagna vaccinale (in modo insoddisfacente a quanto pare), per fare spazio alla piattaforma appositamente creata da Poste.

Pasqua in Lockdown: come funziona la deroga alle visite. I dettagli

Prenotazione vaccino Covid Lombardia: il “fallimento” di Aria

Prenotazione vaccino Covid: negli scorsi giorni la Lombardia ha scelto di affidare la gestione degli afflussi della campagna vaccinale a Poste Italiane facendo fuori la società regionale Aria. I vertici di quest’ultima si sono recentemente dimessi in blocco, accusati di aver condotto in modo quantomeno approssimativo una fase così delicata nel territorio, tra l’altro, più colpito dall’epidemia scoppiata un anno fa circa.

Molti a quanto pare i disservizi da imputare all’azienda: più prenotazioni delle dosi disponibili, in alternativa, poche presenze rispetto a quelle attese per mancata conferma via sms, oppure cittadini inviati in luoghi sbagliati per errori nella trascrizione dei dati e, in particolare, del Cap. Troppo per andare avanti secondo l’assessore regionale alla Sanità Letizia Moratti e del consulente per la campagna vaccinale del Pirellone Guido Bertolaso.

Cosa cambia con il sistema di Poste Italiane

Prenotazione vaccino Covid Lombardia: cosa cambierà con il sistema di Poste Italiane? La piattaforma dell’azienda è stata fornita – gratuitamente – a Sicilia, Marche, Calabria, Abruzzo, Basilicata. Da queste non sono stati segnalati particolari malfunzionamenti. La novità sostanziale del portale di Poste rispetto a quello di Aria è che permette di confermare la scelta del centro presso cui vaccinarsi. Insomma, si ha la “certezza” del luogo e dell’orario dell’appuntamento (in Lombardia tantissimi anziani ancora aspettano di ricevere la telefonata o l’sms di conferma dell’appuntamento).

Sarà pienamente operativa entro metà aprile stando alla promessa dei vertici lombardi. Dopo la prenotazione sulla piattaforma di Poste (prenotazioni.vaccinicovid.gov.it) sarà generato un Qr Code che si dovrà presentare al centro vaccinale per dimostrare di aver prenotato, appunto, inoltre sarà inviato un sms con conferma di luogo, data e orario. Oltre che online ci si può prenotare anche via Postamat (gli atm di Poste) o chiedendo direttamente ai postini che raggiungono il proprio domicilio. La prenotazione potrà essere fatta che attraverso il numero verde 800.00.99.66.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →