Nuovo Decreto dopo Pasqua: nodo scuola, zona gialla e spostamenti tra regioni

Pubblicato il 26 Marzo 2021 alle 10:42 Autore: Guglielmo Sano

Nuovo Decreto dopo Pasqua: nodo scuola, zona gialla e spostamento tra regioni

Nuovo Decreto dopo Pasqua: nodo scuola, zona gialla e spostamento tra regioni

Nuovo Decreto dopo Pasqua: nodo scuola, zona gialla e spostamenti tra regioni

L’ultimo Decreto sulla gestione dell’epidemia sarà in vigore fino al 6 aprile: il governo intende vararne un altro con nuove regole – valido per almeno un mese – prima di questa scadenza. Dovrebbe arrivare già a inizio prossima settimana ma sono ancora diversi i nodi da sciogliere: dalla riapertura delle scuole, al “ritorno” della zona gialla, passando per la questione della ripresa degli spostamenti tra regioni.

Nuovo Decreto in arrivo dopo Pasqua

Oggi, venerdì 26 marzo 2021, un’importante riunione della cabina di regia in concomitanza con la consueta diffusione del monitoraggio settimanale dell’Iss sull’andamento dell’epidemia. In base ai dati molte regioni attualmente in zona rossa potrebbero rimanere nella fascia di rischio più alta fino a dopo Pasqua, probabilmente fino al 12 aprile. Nel frattempo, il governo pensa al post 6 aprile, la scadenza prevista per l’ultimo decreto legge sulle restrizioni anti-contagio licenziato il 13 marzo. L’esecutivo punta a mettere in campo un nuovo provvedimento (con regole valide fino ai primi di maggio a quanto pare) già all’inizio della prossima settimana. Tuttavia, sono ancora molti i nodi da sciogliere: come riaprire le scuole? Può tornare la zona gialla? Possono ricominciare gli spostamenti tra regioni?

Scuola, zona gialla e spostamenti tra regioni

 Il decreto post Pasqua dovrebbe contenere, innanzitutto, nuove regole per la riapertura delle scuole. Si dovrebbe partire dai nidi e dalle elementari, anche in zona rossa (dove attualmente sono sospese le lezioni in presenza per gli istituti di ogni ordine e grado): l’esecutivo starebbe valutando la proposta del Commissario all’emergenza Generale Figliuolo di sottoporre personale docente, non docente e alunni a un tampone rapido a cadenza regolare.

Con Il decreto post Pasqua potrebbe “tornare” la zona gialla: la fascia di rischio bassa era stata temporaneamente abolita dal provvedimento di metà mese. Spingono alcuni ministeri, frenano gli esperti: detto ciò, rimarranno coprifuoco (confermato l’inizio alle 22) e l’asporto fino alle 18. Ormai certo lo slittamento della riapertura di cinema e teatri (fissato inizialmente per il 27 marzo), stessa cosa – almeno fino al 6 aprile – per gli spostamenti tra regioni (dato che non è prevista la zona gialla). D’altra parte, per tornare a viaggiare tra una regione e l’altra si potrebbe aspettare ancora qualche settimana dopo Pasqua.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →