Pensioni ultime notizie: Quota 41 col governo Draghi? Cosa cambia

Pubblicato il 15 Febbraio 2021 alle 07:30 Autore: Daniele Sforza
pensioni ultime notizie quota 100 2021

Pensioni ultime notizie: Quota 41 col governo Draghi? Cosa cambia

Pensioni ultime notizie: molti lavoratori in procinto di andare in pensione, ma che non hanno ancora raggiunto i requisiti per accedere alle uscite anticipate odierne, guardano con timore al futuro e alle prospettive previdenziali che varerà il governo Draghi. La riforma pensionistica sarà certamente tra i punti che il nuovo governo andrà a toccare: Quota 100 non sarà rimossa anzitempo, ma non sarà nemmeno rinnovata e questo è un dato di fatto. Il 31 dicembre 2021 sarà l’ultimo giorno per Quota 100, mentre dal 1° gennaio 2021 non è ancora noto quale misura andrà a sostituirla (le ipotesi sul tavolo sono ancora diverse, ma certamente più penalizzanti rispetto all’attuale anticipata). Ci si domanda poi cosa succederà alla Quota 41 precoci.

Pensioni ultime notizie: da Quota 41 all’Ape sociale, cosa ci aspetta con Draghi?

Quello di cui dobbiamo (quasi) essere certi è che non ci ritroveremo una nuova riforma lacrime e sangue. Al tempo stesso non dovremo neppure attenderci una nuova serie di misure come Quota 100. Molto più plausibile che si cederà a un compromesso che virerà comunque verso una riduzione della spesa pensionistica. Quota 41 per i lavoratori precoci dovrebbe restare, mentre è in forse l’estensione dei lavori gravosi nell’apposita categoria che può beneficiare dell’Ape sociale. Sotto questo punto non è ancora chiaro se l’anticipo pensionistico, prorogato nel 2021 ma in scadenza anch’esso il prossimo 31 dicembre, sarà reso strutturale oppure verrà rimosso. Possibile anche una revisione di questo strumento, ma per ora è tutto in forse.

I nodi da sciogliere sono molti, anche su altri fronti. Per adesso si parla di riforma Irpef, con la revisione delle aliquote, e il blocco della flat tax, che consente di pagare l’Irpef agevolata su redditi annui fino a 65.000 euro. Ma anche queste, per il momento, sono solo ipotesi. Al contempo, per la previdenza, meglio aspettare dichiarazioni ufficiali in merito (che, ovviamente, ancora non ci sono state) che fasciarsi la testa prima di romperla.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →