Sondaggi elettorali, un confronto: i minority report degli istituti al 6 febbraio 2021

Pubblicato il 8 Febbraio 2021 alle 18:13 Autore: Gianni Balduzzi
sondaggi elettorali


Sondaggi elettorali, un confronto: i minority report degli istituti al 6 febbraio 2021

Diamo puntualmente conto dei sondaggi elettorali che ogni settimana i vari istituti producono. Lo facciamo confrontando le tendenze ed i numeri dei singoli studi. Così ognuno può verificare il valore dei partiti osservando come cambia la percentuale da una rilevazione all’altra.

In questa rubrica ogni settimana cerchiamo di tracciare l’andamento dei sondaggi elettorali che si distaccano dagli altri per vedere successivamente chi ci ha visto giusto e anche per cercare di comprendere quali istituti fiutano, prima degli altri, i cambiamenti di umore dell’elettorato.

Sondaggi elettorali, i minority report, per Winpoll FdI più di 5 punti davanti al M5S

Questa settimana il minority report più importante è probabilmente quello che riguarda la differenza tra Fratelli d’Italia e Movimento 5 Stelle secondo i sondaggi elettorali di Winpoll.

L’istituto vede un gap addirittura il 5,1%, dando al partito di Giorgia Meloni il 18,7% e a quello di Luigi Di Maio solo il 13,7%.

Si tratta di una importante differenza rispetto ad altri sondaggi. Che per esempio vedono Fratelli d’Italia tra poco più del 15%, con Euromedia che lo stima al 15,2%, e poco più del 17%

ultimi sondaggi winpoll, intenzioni voto
Fonte: Winpoll

Vi sono meno oscillazioni sulla Lega, che raggiunge il massimo con Termometro Politico, che la stima al 24,5%, mentre per Demos è solo al 22,8%

Ma il partito con le maggiori discrepanze tra i sondaggi elettorali risulta sempre Forza Italia, che per SWG è solo al 5,8%, mentre per Tecnè arriva al 10,2%

I minority report su M5S, PD, Leu, Italia Viva

Del Movimento 5 Stelle e dei sondaggi elettorali che lo riguardano abbiamo accennato. Se da un lato vi è Winpoll che dà solo il 13,7% a questo partito, dall’altro per SWG il M5S è aumentato al 16,3%

ultimi sondaggi

Come sempre il PD vede gli istituti piuttosto concordi. Da un lato vi è il 19,5% di Euromedia, dall’altro il 20,9% di Demos. Solo l’1,4% quindi tra i sondaggi elettorali più ottimisti e più pessimisti.

Italia Viva come al solito vede EMG come l’istituto più generoso, che le affibbia il 4,1%. 2,4% è invece la percentuale attribuita da Winpoll

LeU è interessata da più discrepance tra gli istituti. Si va dall’1,7% del solito Winpoll al 4% di SWG

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

Per commentare su questo argomento clicca qui!

L'autore: Gianni Balduzzi

Editorialista di Termometro Politico, esperto e appassionato di economia, cattolico- liberale, da sempre appassionato di politica ma senza mai prenderla troppo seriamente. "Mai troppo zelo", diceva il grande Talleyrand. Su Twitter è @Iannis2003
Tutti gli articoli di Gianni Balduzzi →