Ligue 1 2019/20: il punto dopo le prime tredici giornate

Pubblicato il 13 Novembre 2019 alle 07:40 Autore: Daniele Incandela
massimo cacciari con una mano poggiata sul mento
Ligue 1 2019/20: il punto dopo le prime tredici giornate

Anche la Ligue 1 – come tutti i principali campionati europei, del resto – si appresta a un turno di riposo, permettendo così alla varie selezioni nazionali di poter scendere in campo. Approfittando di ciò, è possibile cominciare a tracciare un primo quadro su quello che è l’iniziale andamento del massimo campionato francese. Di seguito, dunque, un breve focus sulla Ligue 1 2019/20 in loco dei primi tredici turni disputati. Per una questione di pura semplicità, si analizzerà per prima la parte sinistra della graduatoria, e solo dopo quella destra.

Ligue 1, la parte sinistra della classifica: il PSG c’è, dietro 9 squadre raccolte in 4 punti

Con la vittoria esterna sul campo del Brest firmata Mauro Icardi, il PSG di Tuchel raggiunge quota 30 punti, allunga il margine di stacco con le inseguitrici – complice anche il pareggio a Reims dell’Angers – e si proietta così verso una serena sosta. Ad approfittare del pareggio dell’Angers è il Marsiglia di André Villas-Boas che – grazie alla vittoria contro i rivali dell’Olympique Lione – ottiene la seconda piazza, a discapito proprio dei bianconeri francesi, scivolati in terza (21 punti). L’ultimo posto valevole per accedere alle competizioni Uefa della prossima stagione è infine occupato dal Saint Etienne, anch’esso fermo con un bottino di 21 punti.

Dalla posizione numero 5 alla posizione numero 9, troviamo 5 squadre tutte appaiate a quota 19 punti: apre il Lilla degli ex Pepè e Leao, seguono Montpellier, Bordeaux e Reims e chiude il quintetto il Nantes, ex squadra di Claudio Ranieri. La 10^ posizione è invece occupata dal Rennes, fermo a 18 punti.

Serie A 2019/20: il punto dopo le prime dodici giornate

La parte della classifica: apre il Monaco, chiude il Nimes

Il Monaco, unico club capace di interrompere la serie di vittorie parigine, non sembra più lo stesso. Dopo la salvezza della scorsa stagione acciuffata a fatica, anche quest’anno – nonostante una rosa di tutto rispetto – la squadra di Jardim sembra rimanere impantanata a metà classifica, apparendo così come un lontano parente della squadra che – solo qualche stagione fa – deliziava gli amanti del gioco. Dopo Brest e Nizza, 12^ e 13^ in graduatoria, troviamo l’altra grande delusione di quest’avvio di Ligue 1, ovvero il Lione di Rudi Garcia: 16 punti, 4 vittorie, 4 pari e 5 ko. A pari punti, ma in 15^ posizione, c’è invece l’Amiens.

Appena fuori la zona rossa – in posizione 16 e 17 – troviamo lo Strasburgo (15 punti) e il Metz (13 punti); mentre la zona retrocessione è momentaneamente formata dal Dijon, dal Tolosa e – come già scritto – dal Nimes, fanalino di coda.

L'autore: Daniele Incandela

Nato a Palermo il 5 giugno del 1998. Studente di Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni presso l'università di Palermo. Grande appassionato di sport, e in particolar modo del gioco del calcio e del mondo del pro wrestling.
    Tutti gli articoli di Daniele Incandela →