Il Leicester è tornato e non ha alcuna intenzione di fermarsi

Pubblicato il 13 Novembre 2019 alle 09:05 Autore: Daniele Schillaci
Il Leicester è tornato e non ha alcuna intenzione di fermarsi

Dopo 11 giornate in Premier League, oltre al dominio Liverpool, c’è un altro grande verdetto. Il Leicester, dopo due stagioni altalenanti, è tornato ed è pronto a non mollare il campionato fino all’ultima giornata.

L’inizio campionato del Leicester

Le Foxes hanno battuto l’Arsenal 2-0 e occupano il terzo posto in classifica a pari merito col Chelsea di Frank Lampard. Dopo il miracolo della stagione 2015-16, in casa Leicester si sogna in grande. Nemmeno i tifosi pensavano che fosse possibile un simile inizio di stagione: le Foxes hanno vinto 8 partite nelle prime 12 giornate di Premier, hanno la migliore difesa del torneo (8 gol) e il secondo migliore attacco (29 reti) dopo quello del Manchester City (35). Lo scorso febbraio Rodgers ha lasciato il Celtic per sedersi sulla panchina delle Foxes e sta raccogliendo i frutti del suo duro lavoro.

Bundesliga 19/20: punto sulle prime undici giornate

Rodgers addirittura meglio di Ranieri

Il piazzamento in classifica è lo stesso, terzo posto, soltanto che la formazione attuale ha ottenuto un punto in più avendo, soprattutto, un tasso di realizzazione migliore con 29 gol fatti (secondo miglior attacco del campionato) rispetto ai 23 del 2015/16; e ben 11 reti in meno incassate (miglior difesa del campionato). Sotto la gestione del tecnico della Sampdoria Claudio Ranieri, l’undici titolare giocava con uno standard 4-4-2, che si basava sul al recupero palla e ripartenze in contropiede con Kantè, Mahrez e Vardy. Adesso, invece, il Leicester è una squadra che può cercare di creare gioco in qualsiasi partita, grazie a un grande possesso palla quasi mai sterile, sempre votato a far gol. Un giocatore che con il nuovo tecnico Rodgers è rinato é Vardy. L’attaccante ha già siglato 11 reti in questo inizio campionato. Ricardo Pereira ha dichiarato: “Per una squadra è fondamentale avere davanti un calciatore così, che quando ha l’occasione segna sempre“. “In alcune partite non si hanno molte chance di segnare e avere un bomber che fa gol e risolve la gara sfruttando le poche occasione che ha è sicuramente di vitale importanza. Vardy fa la differenza e siamo davvero contenti sia un nostro compagno di squadra”.

L'autore: Daniele Schillaci

Nato a Palermo il 3 settembre del 1997. Studia all'universita di Palermo Scienze delle comunicazioni per i media digitali.
    Tutti gli articoli di Daniele Schillaci →