Mondiali rugby 2019: Sudafrica campione del mondo. Terzo titolo per gli Springboks

Pubblicato il 2 Novembre 2019 alle 15:29 Autore: Daniele Schillaci
Mondiali rugby 2019: Sudafrica campione del mondo. Terzo titolo per gli Springboks

Oggi sabato 2 novembre, alle ore 10.00 italiane, si è disputata l’attesissima finale della Coppa del Mondo di rugby tra Inghilterra e Sudafrica, giocata all’International Stadium di Yokohama in Giappone. Questa partita ha fatto sì che tale stadio diventasse il secondo al mondo ad ospitare sia una Finale di Coppa del Mondo di rugby, sia una Finale di Coppa del Mondo di calcio, quella del 2002 tra Brasile e Germania.

LEGGI ANCHE: Ibrahimovic al Bologna è più di una semplice suggestione

Mondiali rugby 2019: le formazioni

Inghilterra: 15 Elliot Daly, 14 Anthony Watson, 13 Manu Tuilagi, 12 Owen Farrell (c), 11 Jonny May, 10 George Ford, 9 Ben Youngs, 8 Billy Vunipola, 7 Sam Underhill, 6 Tom Curry, 5 Courtney Lawes, 4 Maro Itoje, 3 Kyle Sinckler, 2 Jamie George, 1 Mako Vunipola. 

A disposizione: 16 Luke Cowan-Dickie, 17 Joe Marler, 18 Dan Cole, 19 George Kruis, 20 Mark Wilson, 21 Ben Spencer, 22 Henry Slade, 23 Jonathan Joseph.

Sudafrica: 15 Willie le Roux, 14 Cheslin Kolbe, 13 Lukhanyo Am, 12 Damian de Allende, 11 Makazole Mapimpi, 10 Handré Pollard, 9 Francois de Klerk, 8 Duane Vermeulen, 7 Pieter-Steph du Toit, 6 Siya Kolisi (c), 5 Lodewyk de Jager, 4 Eben Etzebeth, 3 Frans Malherbe, 2 Mbongeni Mbonambi, 1 Tendai Mtawarira. 

A disposizione: 16 Malcolm Marx, 17 Steven Kitshoff, 18 Vincent Koch, 19 Rudolph Snyman, 20 Franco Mostert, 21 Francois Louw, 22 Herschel Jantjies, 23 Frans Steyn.

Il Sudafrica trionfa per la terza volta

Gli Springboks hanno vinto i mondiali di rugby per la terza volta nella propria storia, dopo i successi del 1995 e del 2007. La vittoria arriva contro l’Inghilterra, la sua “vittima preferita”, considerando che è già la seconda finale vinta contro i tre leoni.

L'autore: Daniele Schillaci

Nato a Palermo il 3 settembre del 1997. Studia all'universita di Palermo Scienze delle comunicazioni per i media digitali.
    Tutti gli articoli di Daniele Schillaci →