Governo ultime notizie: Conte chiede la fiducia alle camere. Cosa succederà?

Pubblicato il 16 Gennaio 2021 alle 08:30 Autore: Guglielmo Sano
Dimissioni Conte: cosa succede adesso? Prossime tappe e scenari

Governo ultime notizie: Conte chiede la fiducia alle camere. Cosa succederà?

Governo ultime notizie: dopo l’apertura della crisi da parte di Matteo Renzi, il Presidente del Consiglio Conte è atteso alla Camera nella giornata di lunedì 18 gennaio e al Senato in quella di martedì 19 gennaio. La situazione è ancora molto incerta ma sembra che alcuni “costruttori” vogliano sostenere la maggioranza.

Governo ultime notizie: Italia Viva fuori dalla maggioranza

Governo ultime notizie: nel tardo pomeriggio di mercoledì, Matteo Renzi ha annunciato le dimissioni delle ministre di Italia Viva Bonetti e Bellanova, dunque ha smesso di appoggiare Conte e la sua squadra, aprendo di fatto una crisi politica in grado di far cadere l’esecutivo attualmente in carica. Infatti, se alla Camera l’esecutivo continua ad avere la maggioranza anche senza i 30 deputati di Italia Viva, a Palazzo Madama i 18 senatori del partito dell’ex sindaco di Firenze erano di fatto fondamentali a livello numerico.

L’unica possibilità per scansare la crisi è quella di ricucire il rapporto tra compagine governativa e Renzi, oppure, quella di trovare un numero adeguato di Parlamentari in grado di sostituire i voti dei renziani. Nel caso in cui non si concretizzasse una di queste due ipotesi, Il Presidente Conte dovrebbe dimettersi e rimettere il mandato nelle mani del Capo dello Stato. A quel punto potrebbe essere “battezzato” dal Quirinale un governo istituzionale (o tecnico) o un esecutivo che traghetti il paese a nuove elezioni (presumibilmente a giugno).

Due giorni cruciali per Conte

Governo ultime notizie: scoppiata la crisi, ora dopo ora, ha preso sempre più quota l’ipotesi di trovare un gruppo di “responsabili” che voglia unirsi alla maggioranza per colmare il “buco” lasciato dai senatori di IV. Le trattative stanno proseguendo anche adesso: nella migliore delle ipotesi Conte potrà contare su 15-20 senatori (provenienti soprattutto dal Gruppo Misto). La prima “conta” avverrà alla Camera lunedì prossimo, la seconda quella fondamentale avverrà il giorno successivo, cioè martedì 19 gennaio 2021.

In entrambi i casi, prima Conte riferirà in merito alla crisi e poi si procederà, probabilmente, un voto di fiducia: solo dopo la votazione si potrà verificare la sussistenza di una maggioranza a favore del governo a Palazzo Madama. La soglia minima è fissata a 161 senatori – allo stato dei fatti, le forze di governo hanno 151 senatori dalla propria parte – ma l’obiettivo è quello di poter ottenere 165-170 voti, gli stessi a disposizione con Italia Viva.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →