Nuovo Dpcm: cosa si può fare tra il 7 e il 15 gennaio. Le regole

Pubblicato il 6 Gennaio 2021 alle 11:18 Autore: Guglielmo Sano

Il CdM ha terminato la definizione del nuovo Dpcm sull’epidemia. Quali le restrizioni in vigore tra il 7 e il 15 gennaio?

Cosa cambia tra sabato e domenica col nuovo Dpcm sul Coronavirus?

Nuovo Dpcm: cosa si può fare tra il 7 e il 15 gennaio. Le regole

Ieri, martedì 5 gennaio 2020, il Consiglio dei Ministri ha terminato la fase di definizione del nuovo Dpcm sulle misure di contenimento dell’epidemia. Quali le restrizioni in vigore tra il 7 e il 15 gennaio?

Vaccinazioni, come sta andando a livello internazionale e regionale

Un nuovo Dpcm con regole valide tra il 7 e il 15 gennaio

A partire dal 7 gennaio entra in vigore un nuovo Dpcm sul contenimento dell’epidemia: le regole previste saranno valide fino al 15 gennaio. In pratica, si tratta di un cosiddetto provvedimento “ponte” per accompagnare il paese, gradualmente, oltre le norme messe in campo, attraverso i decreti del 3 e del 18 dicembre, per tutto il periodo delle feste natalizie e fine d’anno.

7 e 8 gennaio in zona gialla

Dunque, con il nuovo Dpcm, si impone la zona gialla per i giorni giovedì 7 e venerdì 8 gennaio. Cosa si può fare? I bar e i ristoranti possono rimanere aperti fino alle ore 18 (dopo è consentito solo l’asporto): si può consumare al tavolo in massimo 4 persone non conviventi. Possono aprire anche tutti gli altri negozi e si può fare attività motoria e sportiva all’aperto e in forma individuale. Sarà in vigore il coprifuoco tra le 22 e le 5: non è consentito spostarsi tra una regione e l’altra.

9 e 10 gennaio in zona arancione

L’ultimo provvedimento licenziato dal governo prevede poi la zona arancione sull’intero territorio nazionale per i giorni sabato 9 e domenica 10 gennaio. Ciò significa che bar e ristoranti devono rimanere chiusi: consentito l’asporto e il domicilio fino alle 22. Restano aperti tutti gli esercizi relativi a beni e servizi di prima necessità e solo alcuni tipi di negozi al dettaglio: coprifuoco tra le 22 e le 5. Consentita l’attività motoria e sportiva in forma individuale e all’aperto.

Nuovo Dpcm: 11 gennaio, torna il sistema “a colori”

Da giorno lunedì 11 gennaio a giorno venerdì 15 gennaio, infine, tornerà il sistema che prevede l’assegnazione di una fascia di rischio alle regioni, in pratica, il sistema “a colori” basato sull’imposizione di zona rossa, arancione, gialla a seconda di alcuni parametri: il monitoraggio dell’andamento dell’epidemia in base al quale si procederà sarà reso noto venerdì 8 gennaio. A tal proposito, con il nuovo Dpcm si alza il valore dell’indice Rt che determina l’ingresso in una zona “ad alto rischio”: in sostanza, le regioni con un Rt sotto 1 dovrebbero restare in zona gialle, quelle con Rt pari a 1 andranno in zona arancione, se l’Rt supera l’1.25 sarà imposta la zona rossa (prima si doveva superare il valore di 1.5).

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →