Vaccino covid allergia: come funziona per chi soffre di patologie?

Pubblicato il 15 Dicembre 2020 alle 11:10 Autore: Guglielmo Sano

Vaccino Covid e allergie: le prime ricerche sotto questo aspetto riguardano in particolare il composto realizzato da Pfizer

Microscopio

Vaccino covid allergia: come funziona per chi soffre di patologie?

Vaccino Covid e allergia: come qualunque altro composto farmaceutico, e a maggior ragione per la rapidità con cui è stato realizzato, avrà degli effetti collaterali e alcune categorie di persone dovranno stare particolarmente attente. Quello che si sa al momento e come bisogna comportarsi.

Vaccino covid può causare reazioni allergiche?

Vaccino Covid e allergie: le prime ricerche sotto questo aspetto riguardano in particolare il composto realizzato da Pfizer, che poi è quello che già si sta cominciando a usare in diverse parti del mondo (nel Regno Unito, per esempio). Come tutti i composti del genere (anche se si tratta comunque di un effetto collaterale raro se non rarissimo), può causare uno shock anafilattico in alcuni soggetti con un passato di risposte “eccessive” del sistema sanitario: in pratica, una reazione allergica sistemica grave che se non viene contrastata (generalmente con somministrazione di adrenalina) può portare anche alla morte.

I primi casi di anafilassi

Dopo le prime somministrazioni del vaccino Covid Pfizer nel Regno Unito, appunto, sono stati osservati due casi di anafilassi (le reazioni avverse al composto sono state comunque contenute e le persone che ne hanno sofferto stanno bene e non avranno conseguenze fisiche a lungo termine). Per questo motivo l’autorità sanitaria britannica ha aggiornato le proprie linee guida sulla vaccinazione anti Sars Cov 2. Quindi, ha raccomandato a chi ha una storia di risposte “eccessive” del sistema immunitario a seguito di somministrazione di vaccini (o soffre di mastocitosi, una malattia “rara” che espone ad un maggiore rischio di anafilassi, talvolta, anche senza una causa “diretta) ma anche a chi soffre di allergie alimentari o a sostanze farmacologiche di non procedere alla somministrazione del vaccino.

 Un allarme “serio”?

Vaccino Covid e allergie: un allarme “serio”? No, almeno secondo le maggiori associazioni di allergologia. Anzi, alcuni specialisti ritengono che la decisione britannica di sconsigliare, in generale, la vaccinazione a chi soffre di allergie alimentari sia comprensibile ma con tutta probabilità eccessivamente “prudente”. Basta organizzare un punto di osservazione presso i centri di vaccinazione e in caso di reazioni anomale intervenire prontamente.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →