Nuovo lockdown: stretta alle regole anti-assembramento in arrivo per Natale

Pubblicato il 14 Dicembre 2020 alle 10:41 Autore: Guglielmo Sano

Tutta Italia si prepara a diventare zona arancione o rossa in vista delle Feste? Il governo pensa a un nuovo lockdown “intermittente”

Lockdown Italia: chiusure attività e stretta nei weekend. Le ultime notizie

Nuovo lockdown: stretta alle regole anti-assembramento in arrivo per Natale

Tutta Italia si prepara a diventare zona arancione o addirittura zona rossa in vista del Natale e del Capodanno? Il governo disposto ad aprire sugli spostamenti tra comuni entro un certo chilometraggio ma continua a crescere la preoccupazione per gli assembramenti tanto che sembra ormai certa l’imposizione di un nuovo lockdown anche se solo per alcuni giorni.

Nuovo lockdown per Natale e Capodanno?

Sarebbero stati gli assembramenti lungo le vie dello shopping viste negli ultimi giorni a portare il governo verso la valutazione di una stretta alle regole in vista delle festività. L’esecutivo starebbe lavorando a un nuovo lockdown non limitato soltanto ai giorni del 25 e 26 dicembre e dell’1 gennaio. Insomma, tutta Italia a potrebbe diventare zona arancione o, addirittura, zona rossa già qualche giorno prima di Natale.

Dunque, in base all’irrigidimento delle regole, vietato spostarsi tra le regioni ma anche dal proprio comune, inoltre, sarebbe disposta la chiusura di tutti gli esercizi commerciali e dei locali pubblici in generale – rimarrebbero aperte soltanto farmacie, edicole, tabacchi – a partire dal 19 o da 20 dicembre, al massimo, dal 24 dicembre. La “zona arancione” – o “rossa” – a livello nazionale potrebbe essere quindi imposta, appunto, dal 24 fino al 27 dicembre e poi di nuovo tra il 31 dicembre e il 3 gennaio 2021 e ancora tra il 5 e il 6 gennaio.

Consentiti gli spostamenti tra comuni a Natale?

Un nuovo lockdown intermittente che comunque consentirebbe di incontrare parenti e congiunti all’interno dello stesso comune. Anche gli spostamenti tra piccoli comuni, almeno durante il giorno di Natale, dovrebbero essere permessi: l’esecutivo ha ormai ceduto sul punto ma tuttora dibatte sui parametri con cui regolare l’eccezione. Si parla di dare i via libera solo agli abitanti dei comuni con meno di 5mila abitanti e comunque entro i 30 (forse meno) chilometri di distanza.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →