Spostamenti tra Comuni: permessi in base ai chilometri. L’ipotesi

Pubblicato il 12 Dicembre 2020 alle 08:00 Autore: Guglielmo Sano

Il Governo sembra intenzionato a cedere sugli spostamenti tra comuni in occasione delle festività natalizie e di fine anno

Mappa nord Italia

Spostamenti tra Comuni: permessi in base ai chilometri. L’ipotesi

Il Governo sembra intenzionato a cedere sugli spostamenti tra comuni in occasione delle festività natalizie e di fine anno. Le restrizioni non cadranno a Natale e capodanno ma potrebbero essere previste delle eccezioni, soprattutto, per quanto riguarda le “reti” di piccole cittadine.

Spostamenti tra Comuni a Natale e Capodanno: il governo sta per cedere?

Gli spostamenti tra comuni, con alcune eccezioni, potrebbero essere consentiti il 25 e il 26 dicembre così come a Capodanno. Il Dpcm in vigore dal 4 dicembre proibisce di spostarsi non solo dalla propria regione ma anche, appunto, dal proprio comune in occasione di Natale, Santo Stefano e primo gennaio. Tuttavia, il pressing sull’esecutivo da parte dell’opposizione – che ha presentato un’apposita mozione in Senato (dove pare avere i numeri per passare) – sembra essere diventato troppo pesante.

Dunque, nonostante la ferma opposizione dei “rigoristi” sul fronte delle misure di contenimento – con in prima fila il Ministro della Salute Speranza e il Ministro per gli Affari Regionali Boccia – è stato lo stesso Presidente del Consiglio Conte ad ammettere di star valutando un allentamento delle restrizioni a patto che “il Parlamento se ne assuma la responsabilità”.

Insomma, se le modifiche al regolamento arriveranno, come appare sempre più probabile, non sarà l’esecutivo a intestarsene l’onere via decreto ma tutte le forze politiche con una votazione in aula (la via più semplice sarebbe quella di aggiornare le Faq dell’ultimo Dpcm con un’interpretazione più “permissiva” o emendare il Dl Ristori, sul tavolo anche l’ipotesi di mettere in campo un Dl Spostamenti).

Cosa potrebbe cambiare?

Non sono ancora emersi molti dettagli a proposito delle modifiche che potrebbero essere approvate sugli spostamenti tra comuni. Detto ciò, pur rimanendo attivo il divieto di viaggiare tra le regioni (a prescindere dal “colore”) pare che si voglia consentire la mobilità tra i comuni della stessa provincia. Un parametro che però mostra facilmente tutti i suoi limiti nelle zone di confine tra una regione e l’altra.

Quindi, al momento starebbe prendendo corpo la possibilità di consentire gli spostamenti in base alla distanza: in effetti, per attraversare Roma si possono percorrere decine di chilometri mentre in alcune zone d’Italia capita che diversi piccoli comuni siano praticamente attaccati l’uno all’altro.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →