Vaccino covid gratis: chi sarà vaccinato per primo? Le categorie

Pubblicato il 3 Dicembre 2020 alle 10:08 Autore: Guglielmo Sano

Vaccino Covid – Parla il ministro Speranza: il composto anti-coronavirus sarà gratuito e la sua somministrazione non obbligatoria

Vaccino covid gratis: chi sarà vaccinato per primo? Le categorie

Vaccino covid gratis: chi sarà vaccinato per primo? Le categorie

Vaccino Covid: il ministro della Salute Speranza riferisce in Senato sulla pianificazione della campagna di immunizzazione che dovrebbe partire già a fine gennaio. Il composto anti-coronavirus sarà gratuito e la sua somministrazione non obbligatoria.

Vaccino covid: a chi arriverà prima?

Il Vaccino Covid sarà gratuito per tutti, a precisarlo il ministro della Salute Speranza in un intervento in Senato. Inoltre, lo stesso ministro ha precisato che il governo non ha intenzione di renderne obbligatoria la somministrazione. La campagna vaccinale, che dovrebbe cominciare a fine gennaio riguarderà in primis Operatori sanitari e socio-sanitari, residenti e personale delle Rsa e anziani. Si parla di circa 26 milioni di persone: i lavoratori dei presidi sanitari in Italia sono poco meno di un milione e mezzo, nelle Rsa – tra lavoratori e residenti – altre 600mila persone, gli anziani in italia – cominciando a contare dai 60 anni in poi – sono oltre 24 milioni, 4 milioni con più di 80 anni e altri 13 milioni nella fascia d’età tra 60 e 79 anni.

202milioni di dosi

L’autorità europea del farmaco si pronuncerà sulla sicurezza del composto di Pfizer il 29 dicembre e su quello di Moderna il 12 gennaio (invece, non è stata ancora fissata una data per il vaccino Covid Astrazeneca): la prima azienda fornirà all’Italia 8 milioni e 749mila dosi, la seconda 1 e 346mila dosi. In totale, il governo ha prenotato 202 milioni e mezzo di dosi nel complesso (sono necessarie due dosi per ogni persona che intende vaccinarsi).

Chi somministrerà il composto?

Probabilmente agli ospedali si affiancheranno delle unità mobili e oltre al personale organico delle strutture sanitarie verranno coinvolti altri lavoratori con contratto specifico e, a quanto pare anche i medici specializzandi. Questo nella prima fase, proseguendo nella campagna di vaccinazione saranno coinvolti anche i medici di famiglia.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →