Decreto Ristori bis 2020: importo aiuti e a chi spettano

Pubblicato il 7 Novembre 2020 alle 08:00 Autore: Guglielmo Sano

Il governo prepara il testo del Decreto Ristori bis: a breve la bozza dovrebbe arrivare sul tavolo del Consiglio dei Ministri. Cosa conterrà?

Salvadanaio

Decreto Ristori bis 2020: importo aiuti e a chi spettano

Il governo prepara il testo del Decreto Ristori bis: a breve la bozza dovrebbe arrivare sul tavolo del Consiglio dei Ministri. Particolare attenzione è stata rivolta alle aziende che operano nelle zone rosse e alle famiglie.

Decreto Ristori: contributi a fondo perduto per nuovi beneficiari

Con il Decreto Ristori bis i contributi a fondo perduto raddoppiano rispetto all’estate per 57 nuove categorie di attività in quanto operanti in una “zona rossa”. Tra i beneficiari della misura compariranno i negozi praticamente di tutti i generi (anche tatuatori e sexy shop) ma anche gli ambulanti. Inoltre, si amplia a 19 nuove categorie economiche (tra queste anche le attività di ristorazione senza somministrazione: rosticcerie e pizzerie per esempio) la platea dei beneficiari dei contributi a fondo perduto al 100% e al 200%. La tabella dei Codici Ateco aggiornata sarà allegata alla bozza del nuovo decreto.

Chi può vedere i congiunti in zona rossa, arancione e gialla?

Torna il Bonus Baby Sitter

Con il Decreto Ristori Bis tornano il Bonus Baby Sitter, stavolta da 1.000 euro per tutti (dipendenti del settore privato e autonomi, dipendenti pubblici del comparto difesa e sicurezza) e il Congedo parentale straordinario al 50% (solo per chi non può lavorare in smart working): le due misure potranno continuare a essere fruite alternativamente dai genitori con figli di età inferiore ai 12 anni in didattica a distanza.

Nel Decreto Ristori dovrebbe trovare spazio anche un esonero contributivo per il mese di dicembre e un rinvio degli acconti di novembre per quanto riguarda le imposte sui redditi e l’Irap per tutte le aziende costrette a chiudere perché in zona rossa. Dovrebbe essere eliminato qualsiasi requisito riferibile al calo di fatturato.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →