Nuovo Dpcm coronavirus: cosa cambia da oggi 5 novembre 2020

Pubblicato il 5 Novembre 2020 alle 11:55 Autore: Guglielmo Sano

Le restrizioni previste dal nuovo Dpcm entrano in vigore oggi 5 novembre 2020: il paese è stato diviso in tre zone contrassegnate da un colore diverso

Zona rossa: le ipotesi in campo e quando si ritorna alle fasce di rischio

Nuovo Dpcm coronavirus: cosa cambia da oggi 5 novembre 2020

Le restrizioni previste dal nuovo Dpcm entrano in vigore da domani 6 novembre 2020: il paese è stato diviso in tre zone contrassegnate da un colore diverso (giallo, arancione, rosso) a seconda della rigidità delle regole che si dovranno osservare.

Coronavirus ultime notizie: bollettino 4 novembre, morti e contagi

Nuovo Dpcm: zona gialla, arancione, rossa

La novità fondamentale nella gestione dell’epidemia che è stata introdotta col nuovo Dpcm è il lockdown diversificato a seconda del livello di diffusione del coronavirus. Quindi, si va dalle zone gialle, dove la situazione epidemiologica non ha dettato la necessità di imporre misure particolarmente rigide, alle zone rosse, dove il numero di contagi e ricoveri in terapia intensiva ha invece imposto – di fatto – al ritorno di una chiusura generalizzata di tutte le attività non essenziali e al divieto di spostamento se non per necessità comprovate come disposto la primavera scorsa. In mezzo, la zona arancione, con delle misure “a metà” tra quelle più leggere della zona gialla e quelle molto pesanti della zona rossa.

Grafica del Sole24Ore

Zona gialla

  • Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Province autonome di Trento e Bolzano, Sardegna, Toscana, Umbria e Veneto

Le regole da rispettare in base al nuovo Dpcm:

  • Coprifuoco dalle 22 alle 5
  • Riduzione del 50% della capienza dei mezzi pubblici
  • Chiusura dei centri commerciali e dei musei nei giorni festivi e prefestivi
  • Didattica a distanza per le scuole superiori, mascherina al banco per le scuole di grado inferiore (esclusi i bambini sotto i 6 anni)
  • Chiusura sale giochi e scommesse
  • Chiusura dei bar alle 18, asporto consentito fino alle 22
  • Chiusura di piscine, palestre, tetri e cinema

Zona arancione

  • Sicilia, Puglia

Alle regole da rispettare previste per la zona gialla si aggiungono:

  • Divieto di uscire non solo dal territorio regionale ma anche da quello del proprio comune (fatte salve comprovate necessità)
  • Chiusura totale di bar e ristoranti (asporto consentito fino alle 22)

Zona rossa

  • Lombardia, Piemonte, Calabria, Valle d’Aosta

Di fatto in queste 4 regioni è stato imposto il lockdown totale:

  • Niente coprifuoco. Il divieto di circolazione, se non per motivazioni urgenti e improrogabili, è previsto a qualsiasi orario
  • Chiudono tutte le attività commerciali tranne alimentari, edicole, tabacchi, farmacie, lavanderie, parrucchieri e barbieri
  • Didattica a distanza a partire dalla seconda media
  • Attività motoria consentita nei pressi della propria abitazione (si può fare attività sportiva all’aperto ma solo in forma individuale)

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →