Sondaggi elettorali SWG, solo la Campania solid per il centrosinistra

Pubblicato il 8 Settembre 2020 alle 17:15 Autore: Gianni Balduzzi
sondaggi elettorali ultimi sondaggi sondaggi politici

Sondaggi elettorali SWG, solo la Campania solid per il centrosinistra

Secondo gli ultimi sondaggi elettorali di SWG le prossime elezioni regionali del 20-21 settembre potrebbero finire con un 5-1, un 4-2, per il centrodestra naturalmente, o un 3 a 3. Altri esiti vengono considerati altamente improbabili.

L’unica regione che viene data per scontata al centrosinistra è la Campania, anche se appare più come un trionfo personale di De Luca che dei partiti che l’appoggiano. Il governatore uscente avrebbe tra il 51 e il 55% dei voti, contro il 29-33% dell’eterno sfidante Caldoro e l’11-15% della pentatellata Ciarambino.

Solo briciole agli altri sfidanti.

ultimi sondaggi, sondaggi politici elettorali, media sondaggi
Fonte: SWG

Le vittorie del PD e degli alleati potrebbero finire qua se le due sfide al limite di Toscana e Puglia vedessero il centrodestra vincere. In entrambi i casi la differenza tra i due contendenti è minima. In leggero vantaggio Fitto in Puglia, con il 38-42% contro il 37-41% di Emiliano, con Laricchia, Movimento 5 Stelle, all’11-15%. A fare la differenza è anche il 4-6% di Scalfarotto, in campo con quelle forze liberal che non hanno accettato la ricandidatura per loro troppo populista del presidente uscente.

sondaggi elettorali
Fonte: SWG

Sondaggi elettorali SWG, le Marche ormai regione di centrodestra

In Toscana è invece davanti il centrosinistra, ma i due punti che separano Giani da Ceccardi sono veramente poca cosa per la regione una volta più rossa d’Italia. Il ribaltone è veramente possibile, e sarebbe uno smacco per tutta la sinistra italiana. fuori gioco con l’8,5% Galletti del Movimento 5 Stelle, mentre la sinistra radicale con Fattori corre da sola come in altre occasioni.

sondaggi elettorali
Fonte: SWG

E’ invece sicura per il centrodestra la corsa nelle Marche, dove il suo candidato Acquaroli supera di 14 punti, 51% a 37%, quello di centrosinistra Mangialardi. Anche qui il candidato del Movimento 5 Stelle è all’8,5%.

Le Marche non hanno mai avuto un presidente di centrodestra, ma culturalmente, economicamente e politicamente assomiglia all’Umbria, nel 2019 passata a destra, ed è sempre stata la meno rossa delle regioni rosse.

Il suo passaggio di campo probabilmente stupisce pochi ora.

Fonte: SWG

Liguria e Veneto, le altre due regioni rimanenti, appaiono saldamente nel campo del centrodestra con la conferma degli uscenti Toti e Zaia, e non dovrebbero riservare sorprese. Gli occhi di tutti si spostano su Puglia e Toscana.

I sondaggi elettorali di SWG sono stati realizzati con interviste a 1000 o 1100 soggetti per regione il 29 agosto con metodo CATI-CAMI-CAWI

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

Per commentare su questo argomento clicca qui!

L'autore: Gianni Balduzzi

Editorialista di Termometro Politico, esperto e appassionato di economia, cattolico- liberale, da sempre appassionato di politica ma senza mai prenderla troppo seriamente. "Mai troppo zelo", diceva il grande Talleyrand. Su Twitter è @Iannis2003
Tutti gli articoli di Gianni Balduzzi →