Scuola elementare: addio ai voti, tornano i giudizi da settembre

Pubblicato il 27 Maggio 2020 alle 14:56
Aggiornato il: 24 Giugno 2020 alle 23:13
Autore: Daniele Sforza

Rivoluzione nel mondo della scuola elementare: via i voti, tornano i giudizi. Il meccanismo tornerà in auge a partire da settembre 2020.

Mascherine obbligatorie a scuola per i bambini: limite età e regolamento
Scuola elementare: addio ai voti, tornano i giudizi da settembre

Cambia il metodo di valutazione finale degli studenti della scuola elementare: importanti novità ci saranno a partire da settembre 2020, a causa di un emendamento presentato dai senatori del Partito Democratico Francesco Verducci, Vanna Iori e Roberto Rampi che è stato approvato in Commissione Cultura e Istruzione. Gli studenti che frequentano la scuola elementare saranno valutati non in base a un voto numerico, bensì con un giudizio sintetico che prenda in esame le caratteristiche del bambino.

Le nuove regole per rientrare in classe a settembre

Scuola elementare: addio voto numerico, torna il giudizio (sintetico)

Gli studenti non sono un numero: questo il concetto che è alla base della novità introdotta dall’emendamento. Dietro un voto numerico, infatti, possono celarsi diversi aspetti che è difficile mettere in risalto. Con un giudizio, seppur sintetico, si ha la possibilità di fornire una più ampia e adeguata valutazione complessiva. “L’emendamento prevede che nella scuola primaria i bambini non possano essere considerati dei numeri”, ha spiegato la senatrice Vanna Iori all’Ansa. “Dare un 4 può essere un macigno pesante da comprendere mentre una valutazione più complessiva prende in considerazione le caratteristiche del bambino”. La Iori prosegue affermando che nella valutazione di giudizio finale “andranno trovate le parole adeguate” e che lo stesso giudizio deve considerare la specificità e la individualità di ogni singolo bambino, a differenza del voto numerico che “livella e rende tutti uguali, anche se ci sono diverse motivazioni dietro a quel voto”.

Quando fu introdotto il voto numerico nella scuola elementare

Si ricorda che il voto numerico è stato reintrodotto a partire dall’anno scolastico 2008/2009 con la Legge n. 169 (ex Decreto 137), all’articolo 2. “Dall’anno scolastico 2008/2009, nella scuola primaria la valutazione periodica e annuale degli apprendimenti degli alunni e la certificazione delle competenze da essi acquisite sono effettuate mediante l’attribuzione di voti numerici espressi in decimi e illustrate con giudizio analitico sul livello globale di maturazione raggiunto dall’alunno”. A partire da settembre 2020, invece, si tornerà alla valutazione finale espressa tramite giudizio sintetico scritto, che illustrerà più nel dettaglio l’andamento dello studente durante l’anno e le motivazioni che hanno condotto al giudizio finale.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →