FAQ fase 2: domande e risposte, ecco i principali quesiti

Pubblicato il 30 Aprile 2020 alle 15:00 Autore: Guglielmo Sano

FAQ fase 2: cosa si può e non si può fare dal 4 maggio per quanto riguarda spostamenti e visite ai congiunti? Ecco cosa si sa al momento

Clessidra
FAQ fase 2: domande e risposte, ecco i principali quesiti

FAQ Fase 2: cresce il numero di domande degli italiani con l’inizio del periodo di convivenza col nuovo coronavirus ormai alle porte. Cosa si può e non si può fare dal 4 maggio in poi per quanto riguarda spostamenti e visite ai congiunti?

Farmaci Coronavirus: quali sono usati ed effetti. Gli studi

FAQ fase 2: quali sono gli spostamenti consentiti?

Sarà possibile spostarsi all’interno del territorio della propria regione di residenza solo per comprovate esigenze lavorative, gravi motivi di salute e in generale per situazioni di urgenza e necessità. Da ricordare che bisognerà continuare a compilare l’autocertificazione. D’altra parte, dal 4 maggio in poi sarà consentito ritornare nella propria regione di residenza e svolgere dell’attività fisica anche lontano dalla propria abitazione (durante le passeggiate però bisognerà mantenere la distanza di sicurezza).

Quarantena obbligatoria 4 maggio: quanto dura e chi deve farla

Detto ciò, si potrà fare il bagno se si abita in una località in prossimità del mare, così come sarà consentita l’escursione nel bosco per chi risiede in località montane. A tal proposito, sembra che il governo non sia intenzionato a inserire tra le motivazioni valide per gli spostamenti recarsi nella propria “seconda casa”: qui potrebbero intervenire le regioni, il Veneto e la Liguria si stanno già muovendo per dare questa possibilità ai suoi abitanti.

Fase 2 coronavirus: rischio 430 mila in rianimazione. Lo studio

In che senso si potranno vedere i propri congiunti?

A partire dal 4 maggio, sempre nel quadro di spostamenti esclusivamente all’interno della propria regione, ci si potrà recare a fare visita ai propri congiunti e ai cosiddetti “affetti stabili”. In pratica, saranno ancora vietati gli assembramenti tra parenti, tuttavia, si potranno incontrare figli, genitori, nonni, nipoti, cugini ma anche fidanzati e compagni “di fatto”. Non si potranno incontrare gli amici ancora per un po’ invece. Facile capire come l’immenso ambito delle relazioni interpersonali, con tutte le sue sfumature, lasci un grande spazio all’interpretazione: l’impressione è che buona parte della riuscita della Fase 2 sarà affidata al senso di responsabilità e al buon senso.  

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →